Lettera di inizio mandato 2013 - Avis Valdagno

Vai ai contenuti

Menu principale:

Consiglio




Presidente
Bevilacqua Matteo

Caro Donatore, Gentile Donatrice,

il compito delle Associazioni dei donatori di sangue è quello di garantire, attraverso la diffusione della cultura del dono del sangue e attraverso la corretta chiamata alla donazione una sufficiente disponibilità di sangue per far fronte ai bisogni degli ammalati. Questo fabbisogno non è costante nel corso dell'anno e varia a seconda del numero degli incidenti e specialmente del numero dei trapianti effettuati. Come saprai, il sangue intero non può essere conservato per un tempo superiore ai 35/42 giorni, deve pertanto essere utilizzato entro questo tempo, dopo di che deve essere distrutto. Anche se non è possibile azzerare il numero di sacche che arrivano a scadenza, per la necessità di avere sempre a disposizione anche scorte dei gruppi sanguigni più rari (e quindi meno utilizzati) è moralmente inaccettabile che questo prezioso bene venga distrutto. L'unico modo per gestire correttamente questa problematica è quello di regolare I'afflusso dei donatori in base ai bisogni, fintanto che il sangue è dentro il nostro corpo sta bene ed è sempre pronto per essere donato. E' per questo che è necessario che il donatore si rechi a donare quando viene chiamato.
Al fine di agevolare i donatori ed evitare lunghe attese presso i centri di raccolta dovremmo arrivare alla prenotazione della donazione. A questo scopo, è stato predisposto un sistema che permette ai donatori di prenotare per fasce orarie la propria donazione. Dal prossimo anno, la sezione continuerà ad inviarti la cartolina come promemoria, ma sarà necessario che venga confermato I'appuntamento con la prenotazione che dovrà essere chiesta telefonicamente alla sezione Avis di Valdagno oppure autoprenotandosi su questo sito. La prenotazione potrà essere cancellata o spostata fino al giorno prima della donazione. In questa fase possono succedere degli inconvenienti, ti preghiamo di pazientare, se qualcosa non funzionerà, cercheremo di "aggiustare il tiro" mano a mano che avanzeremo.
Ringrazio per I'attenzione e soprattutto ti ringraziano tutti quei malati che anche grazie a te possono tornare a vivere.



Il presidente
Matteo Bevilacqua

 
L124/2017
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu